Le Alghe Coniugate - Stelle degli Iblei

Stelle degli Iblei
Vai ai contenuti

Menu principale:

Osserviamo il micromondo:

Le Alghe Coniugate




Prima pubblicazione Maggio 2021 - © Felice Placenti
All rights reserved. Tutti i diritti sono riservati. E' vietato riprodurre, anche solo parzialmente, anche citando la fonte, il contenuto di questa pagina.



Si tratta senza dubbio delle alghe verdi unicellulari più belle che esistano. Vivono solo nelle acque dolci. Possiamo trovarle nelle vasche delle fontane, negli abbeveratoi, in stagni e ruscelli, ecc.

Si presentano in cellule isolate o in catenelle filamentose, facilmente spezzettabili in cellule singole. Per le specie filamentose non si parla di colonie ma, più propriamente, di cenobi. Le specie filamentose formano masserelle verdi che galleggiano alla superficie dell'acqua.
Le specie che vivono in cellule singole, non in filamenti, presentano forme caratteristiche, diverse da specie a specie e sempre molto eleganti.
Alle forme, bellissime, merlettate, ricamate, si aggiungono le caratteristiche colorazioni verdi intense.
Il colore verde è dovuto alla presenza della clorofilla, contenuta nei cloroplasti.

Il nome "coniugate" è dovuto al fatto che le cellule singole si mostrato formate da due metà simmetriche, al centro delle quali vi è una strozzatura. Questa forma caratteristica le fa sembrare come formate da due distinte cellule, per l'appunto "coniugate".

Molto caratteristica la forma delle alghe appartenenti al genere Closterium: allungata, affusolata, a forma di falce lunare, ecc. a seconda della specie. In queste alghe è possibile osservare, in corrispondenza delle due estremità, minuscoli cristalli di gesso (solfato di calcio), oppure di solfato di bario, in perenne movimento a causa dei moti browniani. Questi cristalli presentano solitamente dimensioni di mezzo micron (millesimo di millimetro).

Diverse le forme delle alghe coniugate appartenenti ai generi Micrasterias, Cosmarium, Staurastrum, ecc.
La caratteristica di questi generi è di possedere forme complesse, segmentate, merlettate, ondulate, bellissime. Grazie a queste forme hanno meritato anche il nome di Alghe Ornate.

La riproduzione può avvenire per via sessuale o per scissione. Nella riproduzione sessuata due cellule si uniscono e si scambiano il materiale genetico. Dall'unione si forma uno zigote capace di resistere anche ad avverse condizioni ambientali. Lo zigote germina dopo un periodo di riposo invernale.


Dati tassonomici:

Regno: Plantae
Sottoregno: Viridiplantae
Divisione: Charophyta
Classe: Conjugatophyceae


Seguono alcune fotomicrografie di alghe coniugate raccolte nello stagno del Bosco della Contessa (Monti Iblei).

zygnema
Alga filamentosa del genere Zygnema.

closterium
Closterium leibleinii.

closterium
Closterium kutzingii.

closterium
Closterium kutzingii.

cosmarium
Alghe del genere Cosmarium.

cosmarium
Alga del genere Cosmarium (illuminazione obliqua).

cosmarium
Altra alga del genere Cosmarium (illuminazione in campo chiaro).

cosmarium
Stessa alga, ma con illuminazione in campo scuro.


FPNatureandLandscapePhotography
Le fotografie pubblicate nelle pagine di www.stelledegliiblei.it, ove non diversamente specificato, sono di proprietà esclusiva di Felice Placenti che ne è Autore e sono protette dalle leggi internazionali sul Copyright. Tutti i diritti sono riservati. Per l'acquisto delle fotografie occorre contattare l'autore. Ogni abuso sarà perseguito a norma di Legge.
responsive
LUOGHI, ITINERARI, ESCURSIONI
Indice generale
www.stelledegliiblei.it          © 2011 - 2021 - Giada Scarnato - Felice Placenti.           All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu