Lo Zodiaco - Costellazioni e segni - Stelle degli Iblei

Stelle degli Iblei
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lo Zodiaco

Costellazioni e segni


Prima pubblicazione Settembre 2012 - Aggiornamento Gennaio 2020 - © Felice Placenti
All rights reserved. Tutti i diritti sono riservati. E' vietato riprodurre, anche solo parzialmente, anche citando la fonte, il contenuto di questa pagina.

Prima di iniziare la lettura di questo articolo ti segnalo il mio nuovo sito web: FP Nature and Landscape Photography, dedicato interamente alla fotografia naturalistica, paesaggistica e astronomica. Tra le pagine del nuovo sito troverai i miei portfolio, articoli tecnici, reportage e tutorial. Ti ringrazio per l'attenzione e ti auguro Buona Navigazione.

Fra le 88 costellazioni che coprono l'intera sfera celeste ve ne sono 12 che compongono la cosiddetta "fascia dello Zodiaco", inventata in epoca antica (almeno 2000 anni fa). La parola "Zodiaco" deriva dal greco e significa "cerchio animale" o "cerchio degli animali", in quanto gran parte delle costellazioni che vi figurano rappresentano animali, uomini o esseri per metà animali e metà uomini.

Procedendo da ovest verso est le costellazioni dello zodiaco sono:

  1. Ariete
  2. Toro
  3. Gemelli
  4. Cancro
  5. Leone
  6. Vergine
  7. Bilancia
  8. Scorpione
  9. Sagittario
  10. Capricorno
  11. Acquario
  12. Pesci

La fascia dello Zodiaco è importante perchè al suo interno appaiono muoversi, nel tempo, il Sole e tutti i pianeti (i pianeti conosciuti nell'antichità erano solo Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno, ovvero i più luminosi). Si credeva che le posizioni di Sole e pianeti nello Zodiaco avessero influenza sul futuro degli uomini o sugli avvenimenti terreni.


Sai che alcuni pianeti si possono vedere anche a occhio nudo? Clicca qui.

Il Sole si sposta tra le "stelle fisse", muovendosi da ovest verso est, lungo l'eclittica (intersezione del piano orbitale della Terra con la sfera celeste). Ogni giorno lo spostamento (apparente) è di un grado circa, cosicché in un anno il Sole percorre l'intero cerchio dell'eclittica (360°) e ritorna al punto di partenza. La fascia dello Zodiaco è larga 18 gradi (9 gradi sopra l'eclittica e 9 sotto) ed è divisa in 12 sezioni di uguale ampiezza, dette "segni zodiacali", in modo tale che ogni sezione, o segno, abbia un'ampiezza di 30° (360° diviso 12). I nomi dei segni sono uguali a quelli delle 12 costellazioni zodiacali.

Gli astrologi, e le persone che credono negli oroscopi, pensano che il Sole impieghi un mese ad attraversare una costellazione zodiacale. In realtà sarebbe così se le costellazioni dello Zodiaco avessero tutte la stessa estensione, cosa che non è. Accade infatti che alcune costellazioni sono molto più estese di altre e quindi il Sole impiega più tempo per attraversarle. Facciamo un esempio. Il Sole si avvicina alle prime stelle della Vergine il 18 settembre, attraversa tutta la costellazione e, dopo 42 giorni (il 30 ottobre), arriva alle ultime stelle. Per attraversare le costellazioni del Cancro e della Bilancia impiega invece circa 21-22 giorni. In soli 8 giorni circa il Sole attraversa le stelle dello Scorpione e raggiunge quelle dell'Ofiuco, una costellazione che si trova tra lo Scorpione e il Sagittario, molto grande, che gli antichi non inserirono tra le costellazioni zodiacali; dopo circa 2 settimane, superate le stelle dell'Ofiuco, il Sole raggiunge le stelle del Sagittario. Invece, per attraversare ogni segno zodiacale, il Sole impiega circa un mese. Da ciò si capisce che non esiste una vera corrispondenza tra le costellazioni che ricadono nella fascia dello Zodiaco e i "segni zodiacali". Ricapitolando, i segni zodiacali sono solo una convenzione e hanno tutti la stessa estensione, mentre le costellazioni zodiacali sono raggruppamenti di stelle visibili in cielo e aventi diverse estensioni.

zodiaco

Una parte dello Zodiaco.


Ma non solo. I segni zodiacali hanno un punto iniziale ben preciso, infatti partono dal cosiddetto "Primo punto d'Ariete" o semplicemente "Punto Gamma" (dalla lettera greca gamma, il cui simbolo rappresenta le corna stilizzate dell'Ariete).
Il Punto Gamma è situato tra il segno dell'Ariete e quello dei Pesci. Rappresenta il punto di intersezione fra la traccia dell'eclittica e la traccia dell'equatore celeste. Nel corso dell'anno il Sole nel percorrere l'eclittica attraversa l'equatore celeste durante l'equinozio di primavera. In tale occasione il Sole passa dall'emisfero celeste australe (sotto l'equatore celeste) all'emisfero celeste boreale (sopra l'equatore celeste). I segni dello zodiaco hanno quindi come origine tale punto.

All'epoca in cui fu inventato lo Zodiaco i segni di Ariete e Pesci coincidevano con le rispettive costellazioni e il Punto Gamma era situato non solo tra i due segni ma anche tra le due stesse costellazioni. Oggi non è più così, infatti il Punto Gamma si è spostato nel cielo e si trova nella costellazione dei Pesci. Insieme al Punto Gamma si sono spostati di conseguenza anche tutti i segni zodiacali che, quindi, non coincidono più con le relative costellazioni.
Così il segno dell'Ariete si è sovrapposto alla costellazione dei Pesci, cioè il segno dell'Ariete "precede" la costellazione dell'Ariete. Lo stesso slittamento si è avuto ovviamente anche per tutti gli altri segni.

In quest'altra pagina (La Precessione degli Equinozi) vediamo per quale motivo è avvenuto questo spostamento.


Vuoi saperne come orientarti nel cielo stellato? Clicca su questo link.


Vuoi sapere come individuare le costellazioni a occhio nudo? Clicca su questo link.

Seguici su Facebook
Le fotografie pubblicate nelle pagine di www.stelledegliiblei.it, ove non diversamente specificato, sono di proprietà esclusiva di Felice Placenti che ne è Autore e sono protette dalle leggi internazionali sul Copyright. Tutti i diritti sono riservati. Per l'acquisto delle fotografie occorre contattare l'autore. Ogni abuso sarà perseguito a norma di Legge.
responsive
LUOGHI, ITINERARI, ESCURSIONI
Indice generale
www.stelledegliiblei.it          © 2011 - 2020 - Giada Scarnato - Felice Placenti.           All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu