Indice della sezione Naturalista dilettante - Stelle degli Iblei

Stelle degli Iblei
facebook
google-plus
pinterest
flickr
linkedin
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Naturalista dilettante

Indice

(Articoli, Piante, Esperimenti)

  

"Sembrava vi fosse dietro le pupille un enorme pozzo, pieno di secoli di ricordi e di lunghe, lente e costanti meditazioni; ma in superficie sfavillava il presente, come sole scintillante sulle foglie esterne di un immenso albero, o sulle creste delle onde di un immenso lago."

J.R.R. Tolkien - The Lord of the Rings

ULTIMI LAVORI PUBBLICATI
Botanica - I semi e la disseminazione
Felice Placenti - Ottobre 2017

Il seme ha il compito di nutrire e proteggere l'embrione della pianta una volta avvenuta l'impollinazione e fino alla sua germinazione. Il suo involucro esterno, detto "tegumento", ha al suo interno l'"endosperma" e l'embrione vero e proprio (che sarebbe l'abbozzo della futura pianta). Un seme può rimanere addormentato (quiescenza dei semi) fino a che ci siano le migliori condizioni per germogliare. L'embrione si sviluppa formando le "foglioline embrionali", dette "cotiledoni" (dal greco cotyledòn = incavo) e mentre si trova ancora all'interno della pianta. Una volta che i cotiledoni si sono sviluppati completamente il seme viene liberato nell'ambiente... CONTINUA A LEGGERE
La Passiflora
Giada Scarnato - Novembre 2011

Il Laurus nobilis è un albero sempre verde originario dell'Asia Minore e dell'Europa, le cui foglie lanceolate sono coriacee e profumatissime. Fiorisce in primavera in modo poco evidente, i suoi frutti sono rotondi, nero-bluastri e contenenti un solo seme. In Italia cresce spontaneo sulle coste tirreniche, adriatiche, in Sardegna, in prossimità dei laghi subalpini, nelle zone mediterranee e può raggiungere financo i 10 m di altezza...  CONTINUA A LEGGERE
La Passiflora
Giada Scarnato - Novembre 2012

E’ un arbusto perenne e rampicante originario dell’America meridionale, in particolare delle foreste dell’America tropicale. I suoi bellissimi fiori, soavemente profumati, sono di colore prevalentemente azzurro, abbelliscono la pianta per tutta l’estate e possono raggiungere i 10 cm di diametro. E’ conosciuta col nome “fiore della Passione” perchè contiene tre stimmi che assomigliano ai chiodi della Crocifissione di Cristo...   CONTINUA A LEGGERE
Come misurare liquidi
Felice Placenti - Marzo 2017

Quando devi misurare dei liquidi la prima cosa che ti viene in mente è di correre in cucina a cercare una caraffa graduata, ed è probabile che tu ce l'abbia già! Le caraffe da cucina sono molto utili anche in un laboratorio casalingo. Sono di differenti capacità e possono arrivare anche a 2 litri, ma spesso avrai a che fare con piccoli volumi, quindi potrebbe essere sufficiente una caraffa di 1/2 litro con una buona graduazione...    CONTINUA A LEGGERE
Esperimenti sulla generazione spontanea
Felice Placenti - Febbraio 2017

Sappiamo che anticamente si credeva nella teoria della generazione spontanea. Ma ancora nel XVII secolo alcune scuole di pensiero sostenevano la dottrina dell'abiogenesi! L'invenzione del microscopio minava le basi di questa dottrina ma, al tempo stesso, le forniva nuovi elementi di sostegno! Lo sviluppo di microrganismi dagli infusi (perciò detti infusori) aveva del miracoloso! Fu in quel periodo che si aprì un'epoca di affascinanti ricerche ed esperimenti che, alla fine, ebbero importantissimi sviluppi nel settore della medicina...    CONTINUA A LEGGERE
Sistemi di coltura con gelatine
Felice Placenti - Febbraio 2017

Per ottenere muffe, lieviti e batteri che ci servono per fare esperimenti e osservazioni al microscopio possiamo preparare dei sistemi di coltura resi solidi mediante gelatina. La base di partenza per la realizzazione del terreno è costituita da un "brodo" di sostanze nutrienti, mentre la gelatina serve a dare consistenza al terreno stesso che, altrimenti, resterebbe liquido. Questi terreni di coltura, quindi, sono costituiti da sostanze che possono consentire lo sviluppo e la crescita dei microrganismi e al contempo garantire un sufficiente livello di umidità...    CONTINUA A LEGGERE
Ancora nessuna immagine disponibile
Felice Placenti - Dicembre 2012

Anticamente si credeva all'esistenza di un "principio vitale" o "fluido vitale", presente nell'aria o nell'acqua, grazie al quale alcuni esseri viventi potessero svilupparsi spontaneamente dalla materia inanimata, per esempio dal fango o da organismi in decomposizione (Democrito, Anassimandro, Erodoto, Virgilio, etc.). Era stato Aristotele, nel IV secolo a. C., a teorizzare questa dottrina e l'esistenza di questo fluido vitale. Nel XVII secolo erano ancora in molti a sostenere la dottrina della "generazione spontanea" (o abiogenesi), anche illustri scienziati. Van Helmont, per esempio, sosteneva che i topi potessero nascere dal contatto tra pezzi di formaggio e indumenti sporchi di sudore...    CONTINUA A LEGGERE
Esperimenti con amido
Amanda Scarnato - Febbraio 2017

La digestione è la scissione chimica del cibo in molecole piccole e inizia nella cavità boccale. La maggior parte degli alimenti quali pane, pasta, cereali, patate, legumi sono composti da amido. L'amido è un carboidrato, cioè una sostanza composta da carbonio, idrogeno ed ossigeno. La funzione principale dei carboidrati negli organismi è quella di fornire una fonte di energia. L'amido è anche un polimero, cioè una sostanza formata dall'unione di molte piccole unità uguali, il glucosio. Gli organismi viventi possono utilizzare l'amido solo se questo viene demolito in frammenti più piccoli fino a giungere a molecole di glucosio...    CONTINUA A LEGGERE
Ancora nessuna immagine disponibile
Giada Scarnato - Gennaio 2017

E’ un’erba perenne conosciuta con tantissimi nomi diversi: Millefoglie, Ortica del diavolo, Erba delle vergini, Erba pennina, Erba dei tagli, Sanguinella ed Erba del soldato. Ma deve il suo nome scientifico (Achillea Millefolium) all’eroe omerico Achille. Si racconta, infatti, che Achille apprese l’arte di guarire con le erbe dal mitico pedagogo Chirone: quando il suo amico e alleato Telefo, re di Micene, cadde a terra sanguinante a causa di una ferita inferta dallo stesso Achille, questi, impastata l’Achillea con “polvere di spada” (dietro consiglio di Venere) riuscì a curarlo. L’aggettivo “millefolium...    CONTINUA A LEGGERE
Esperimenti con amido
Felice Placenti - Giada Scarnato - Febbraio 2012

L'amido è una sostanza di riserva delle piante. E' presente, per esempio, nelle foglioline dei semi: foglioline che accompagnano l'embrione e lo alimentano durante il germogliamento. Possiamo trovare amido nei cloroplasti delle foglie e in qualunque altro organo verde delle piante dopo l'esposizione alla luce (i cloroplasti, presenti nelle cellule degli organismi capaci di fotosintesi, sono organuli di colore verde per la presenza di clorofilla)...    CONTINUA A LEGGERE
Ancora nessuna immagine disponibile
Giada Scarnato - Gennaio 2017

Il ginepro si presenta sotto forma di arbusto legnoso o di grazioso alberello, molto conosciuto sia in montagna che in pianura. I fiori, di colore giallo-verdastro, sono poco appariscenti; i frutti (detti “coccole”), a bacche sferiche, di colore prima verde e poi nero-violaceo, sono aromatici e dal sapore prima dolce e poi amaro. Anche se la specie più conosciuta è originaria del Canada, cresce lungo i pendii collinari e montani di tutto il nostro Paese: nei terreni magri prende la forma di un cespuglio mentre nelle vallate e nei giardini assume forma di albero (e può, addirittura, arrivare ai 30 m di altezza!!)...    CONTINUA A LEGGERE
mandorlo
Giada Scarnato - Maggio 2015

Il mandorlo è un albero tipico delle zone mediterranee ma lo si trova sia in Europa che in Asia.
La bellezza che raggiunge quando si ricopre di delicati fiori rosei, ai primi tepori dopo l'inverno, è il primo segno dell'arrivo della primavera: per tal motivo, nell'antichità, il Mandorlo era considerato simbolo di amore e fecondità.
E' un albero che viene coltivato sia per i suoi frutti (le mandorle) e i prodotti industriali che se ne possono ricavare sia per scopi terapeutici, ad esempio come distillati e decotti....    CONTINUA A LEGGERE
fermentazione
Felice Placenti - Gennaio 2017

La fermentazione è un processo chimico mediante il quale alcuini organismi viventi producono l'energia utile per le funzioni vitali. Questo processo chimico trasforma gli zuccheri (e in certi casi gli amminoacidi), e questa trasformazione avviene in assenza di ossigeno. Per l'esattezza, queste sostanze vengono in parte ossidate e in parte ridotte (processo di ossidoriduzione). La fermentazione avviene ad opera di lieviti e batteri, quindi possiamo dire che i lieviti e i batteri trasformano alcune sostanze in altre più semplici al fine di produrre l'energia che gli serve per vivere...    CONTINUA A LEGGERE
Esperimenti con il lievito di birra
Felice Placenti - Gennaio 2017

Il lievito di birra è un fungo unicellulare noto col nome scientifico di Saccharòmyces cerevisiae. Come il lievito del vino (Saccharòmyces ellipsoideus), il lievito di birra è un agente responsabile della fermentazione alcoolica degli zuccheri; infatti decompone il maltosio, che è lo zucchero contenuto nelmosto d'orzo, in alcool etilico e anidride carbonica producendo la birra...    CONTINUA A LEGGERE
Visita le nostre bacheche naturalistiche su Pinterest
responsive
LUOGHI, ITINERARI, ESCURSIONI
Indice
Mappe
IL NATURALISTA DILETTANTE
Indice
Piante
Esperimenti
L'ASTROFILO
Indice
Costellazioni
www.stelledegliiblei.it          © 2011 - 2017 - Giada Scarnato - Felice Placenti.           All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu